Frattura Cervicale

Frattura Cervicale

Frattura-lussazione cervicale in c4-c5

Storia clinica e decorso per frattura lussazione cervicale.

Prendiamo in analisi il caso di un uomo di anni 40, affetto da Spondilite Anchilopoietica. Incidente della strada, con trauma cranico, vertebrale e politrauma.

Giunge in osservazione in stato di incoscienza.  Allo stimolo doloroso flette e localizza ai 4 arti.

Esami per Frattura e lussazione cervicale

Un esame Rx diretto del rachide cervicale mostra una frattura lussazione in C4-C5.

Per tale motivo nella sala d’emergenza del Pronto Soccorso viene applicata una trazione trans-cranica mediante Staffa di Crutchfield con un carico di 8 Kg e vengono somministrati miorilassanti.

Dopo circa 12 ore un controllo Rx grafico mostra un buon allineamento della colonna cervicale e viene quindi trasportato in Sala Operatoria.

Subito per essere sottoposto ad intervento di somatectomia C4-C5 ed artrodesi con innesto autologo da cresta iliaca dx e placca in titanio avvitata.

Primi interventi frattura e lussazione cervicale

Il paziente viene quindi immobilizzato con collare Philadelphia e trasferito in terapia intensiva.

Successivamente al controllo Rx grafico del rachide cervicale eseguito il giorno successivo all’intervento veniva messa in evidenza una mobilizzazione della parte superiore della placca con tendenza alla sub-lussazione.

Per tale motivo veniva applicato un Halo-Vest e successivamente il paziente veniva sottoposto nuovamente ad intervento chirurgico per la sostituzione della placca da 30 mm con una da 36 mm.

Primi riscontri frattura e lussazione cervicale

Il paziente dopo 4 giorni, abituatosi al dispositivo Halo-Vest, con l’ausilio dei fisioterapisti iniziava a deambulare senza appoggi per il reparto e a provvedere autonomamente alle sue necessità.

Sottoposto a esame Rx grafico della colonna cervicale per accertare il regolare posizionamento della placca e del tassello osseo veniva, quindi, dimesso con appuntamento per controllo clinico ed rx grafico ambulatoriale.

Dopo tre mesi il paziente veniva sottoposto ad esame Rx cervicale che mostrava l’avvenuta fusione dell’innesto osseo e veniva quindi rimosso il dispositivo Halo e la placca cervicale.

Riscontri Post frattura cervicale

Ad un anno dal trauma il paziente non presenta alcun deficit neurologico ed è ritornato alla sua piena attività lavorativa e sociale.

Torna all’elenco delle Patologie di Neurochirurgia

Ultimo aggiornamento: maggio 2002.